Casa d'Ambra

Casa d'Ambra

Parlando di Ischia, non si può non far riferimento a Casa d’Ambra. Senza alcun dubbio, le si deve riconoscere il merito di aver fatto conoscere all’Italia e all’estero gli uvaggi autoctoni dell’isola. Biancolella, Forastera e il Piedirosso ischitano sono uve conosciute a livello nazionale, e non solo, proprio grazie a questa realtà nata con “Don Ciccio” nel lontano 1888. Oggi siamo alla quarta generazione che vede impegnato Andrea e le sue due figlie nella valorizzazione di questo terra affascinante. La viticoltura qui può essere definita eroica: vigneti che partono dal livello del mare si inerpicano fino a quasi 1000 metri; come nel caso del vigneto della Tenuta Frassitelli, a ben 700 metri di altitudine, dove nasce il cru di Biancolella aziendale. Qui il connubio tra sole, brezza marina e vento crea un microclima davvero unico in grado di regalare vini freschi, sapidi e dalla beva irresistibile. A Casa d’Ambra va anche riconosciuto il merito di aver creduto nel potenziale della terra che calpestavano dalla nascita anche quando c’è stato il periodo di forte urbanizzazione dell’isola, recuperando terreni abbandonati e incolti, impiantando barbatelle al posto di mattoni. Oggi Casa d’Ambra conta 5 ettari di proprietà, 6 in conduzione e ben 120 viticoltori associati, da cui acquista 5000 quintali di uva.

Filter
Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: