Radici Fiano di Avellino 2017 Mastroberardino 75 cl.

radici-fiano-avellino-mastroberardino

Radici Fiano di Avellino 2017 Mastroberardino 75 cl.

11.50

E’ il fiano della linea cru dell’azienda. Dietro quest’etichetta, infatti, c’è un attento studio volto ad individuare il perfetto connubio vitigno/territorio. Nasce nel vigneto di Santo Stefano del Sole con una vinificazione classica in bianco e un affinamento in bottiglia per tre/quattro mesi. Si presenta di un giallo paglierino; al naso offre una moltitudine di aromi tra i quali sentori di pera, ananas, acacia, nocciola, agrumi, biancospino e sfumature floreali. Al palato spicca una buona acidità ma al contempo si percepisce una buona morbidezza. Gli iniziali sentori di pesca bianca e pompelmo si chiudono con spiccate note di frutta secca. Si abbina bene al pesce al forno o alla griglia.

Piccola curiosità: l’etichetta riproduce un tratto dei dipinti, che troverete nelle grotte dove avviene l’affinamento in botte, realizzati da Maria Micozzi.

Esaurito

Categorie: , Tag: ,
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)
  • Produttore

Informazioni aggiuntive

Peso 1.5 kg
Regione

Campania

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Radici Fiano di Avellino 2017 Mastroberardino 75 cl.”

logo-mastroberardino

La famiglia Mastroberardino è tra le prime a credere nell’enorme potenziale dell’Irpinia. Se oggi i vini di questo territorio sono annoverati tra le eccellenze internazionali, lo si deve alla costanza e all'enorme contributo culturale di Antonio Mastroberardino, che ha creduto fortemente nella tipicità territoriale anche quando l’andamento nazionale accoglieva, per comodità, gli uvaggi internazionali sicuramente più facili da gestire. L'azienda nasce con Angelo Mastroberardino, nel 1878, con la registrazione dell’azienda alla camera di commercio di Avellino e le prime esportazioni del vino in Europa e poi grazie al figlio Michele, in America. Ad oggi si sono susseguite dieci generazioni, che hanno portato Piero Mastroberardino al timone di questa azienda a cui l’intera regione Campania deve essere grata.